Liceo Scientifico Statale Arturo Tosi > Archivio contenuti > Comunicati stampa > 25 novembre Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne – evento speciale al Liceo Tosi
Ultima modifica: 25 Novembre 2016

25 novembre Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne – evento speciale al Liceo Tosi

Oggi il Liceo Tosi vive la giornata internazionale contro la violenza sulle donne in modo speciale.

Un allestimento significativo nell’atrio della scuola  focalizza sulla ricorrenza, sin dall’ingresso a scuola,  l’attenzione di tutti.

La  voce di  Yasmin Atef, autrice del racconto “Parole d’amore”, diffonde tra i banchi emozioni e riflessioni profonde sul problema della violenza sulle donne.

Sofia Pelegatta e Anna Moretti, neoelette nel Consiglio di Istituto,  consegnano a tutte le ragazze di quarta e quinta copia della raccolta di racconti “Mille e … una storia” da cui spunta un segnalibro celebrativo,  inserito alla pagina di “Parole d’amore”.

Gesti, parole esperienze semplici e significativi, voluti per crescere insieme, donne e uomini di oggi e di domani, creando una cultura del rispetto e per dire con forza basta alla spirale di violenza sulle le donne …  come a  qualunque forma di violenza.

Oggi il Liceo Tosi vive la giornata internazionale contro la violenza sulle donne in modo speciale. La riflessione è ritmata da una intensa sequenza di momenti. Un allestimento significativo nell’atrio della scuola focalizza sulla ricorrenza, sin dall’ingresso a scuola,  l’attenzione di tutti. La  voce di  Yasmin Atef, autrice del racconto “Parole d’amore” – che le è valso il secondo posto al concorso letterario Mille e una storia – diffonde tra i banchi emozioni e riflessioni profonde sul problema della violenza sulle donne.  Sofia Pelegatta e Anna Moretti, studentesse neoelette nel Consiglio di Istituto,  consegnano a tutte le ragazze di quarta e quinta classe copia della raccolta di racconti “Mille e … una storia” da cui spunta un segnalibro celebrativo, inserito alla pagina di “Parole d’amore”.

Gesti, parole esperienze semplici e significativi, voluti per crescere insieme, donne e uomini di oggi e di domani, creando una cultura del rispetto e per dire con forza basta alla spirale di violenza sulle le donne.

Grazie alle ragazze protagoniste dei gesti, alle docenti che hanno ideato l’evento, alle amministrative e alle collaboratrici scolastiche che hanno contribuito alla realizzaione dell’allestimento temporaneo “posto occupato”

Infine un particolare ringraziamento a:

  • associazione Soroptmist International (club di Busto Arsizo Ticino-Olona) che proponendoci il progetto “posto occupato”- http://postoccupato.org/- ,  patrocinato del Comune di Busto Arsizio, ci ha permesso l’allestimento temporaneo in atrio e la distribuzione dei segnalibri tematici;
  • GMC editore che ha ci ha donato 350 copie del libro “Mille e … una storia – raccolta di racconti”

Sono convinta che una legge sia un gran passo avanti nella lotta contro il femminicidio e la violenza sulle donne, tuttavia saranno l’educazione e la cultura del ripetto che faranno la differenza.

Patrizia Roberta Iotti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


Torna su