Liceo Scientifico Statale Arturo Tosi > Archivio contenuti > Alternanza > Un incontro vivace, interessante e costruttivo … davvero una bella esperienza.
Ultima modifica: 1 aprile 2017

Un incontro vivace, interessante e costruttivo … davvero una bella esperienza.

Lunedì 27 marzo, in un Teatro Manzoni affollato di studenti delle classi terze e quarte del Liceo Scientifico Arturo Tosi, si è parlato della Legge Gadda contro lo spreco alimentare.

Un dialogo serrato tra l’onorevole Maria Chiara Gadda  e i numerosi studenti presenti in sala, ha chiarito i diversi aspetti della legge.

Il Liceo Scientifico Arturo Tosi  vanta una lunga tradizione di raccolta di generi alimentari, attuata con l’iniziativa cittadina del Donacibo, grazie ad alcuni docenti e studenti volontari; gli studenti del liceo hanno inoltre vinto un premio con un video sul tema dello spreco alimentare in occasione di Expo.
Alcuni progetti di Alternanza Scuola-Lavoro, collegati al tema del cibo in maniera diretta e indiretta.

La Legge Gadda non è la soluzione definitiva a questo grande problema, ma è un nuovo tassello da aggiungere ad un puzzle che dovremo continuare noi giovani: una grande responsabilità che potrà portare a grandi soddisfazioni.

Il racconto dettagliato  nell’articolo di Marta Sofia Scianna, di 3 H,  pubblicato da Varesenews:

http://www.varesenews.it/2017/03/maria-chiara-gadda-spiega-la-legge-contro-lo-spreco-agli-studenti/608027/

Lunedì 27 marzo, in un Teatro Manzoni affollato di studenti delle classi terze e quarte del Liceo Scientifico Arturo Tosi, si è parlato della Legge Gadda contro lo spreco alimentare.

Un dialogo serrato tra l’onorevole Maria Chiara Gadda  e i numerosi studenti presenti in sala, ha chiarito i diversi aspetti della legge.

Il Liceo Scientifico Arturo Tosi  vanta una lunga tradizione di raccolta di generi alimentari, attuata con l’iniziativa cittadina del Donacibo, grazie ad alcuni docenti e studenti volontari, come la professoressa Nicoletta Invernizzi; gli studenti del liceo hanno inoltre vinto un premio con un video sul tema dello spreco alimentare in occasione di Expo.
L’intervento della parlamentare Gadda ha raccolto  l’interesse di alcune classi impegnate nella realizzazione di alcuni progetti di Alternanza Scuola-Lavoro, collegati al tema del cibo in maniera diretta e indiretta. Il primo, Saperi&Sapori, coniuga cultura e tradizioni alimentari, “riscoprire la cucina povera dei nostri nonni – suggerisce l’onorevole Gadda – è in linea con la legge 166, loro non buttavano via niente”; il secondo, invece, utilizzerà un bene confiscato alla Mafia, a Busto Arsizio – caso vuole una ex-pizzeria d’asporto – come punto di raccolta e redistribuzione di cibo donato in zona al Banco Alimentare. E un terzo cha vede la COOP come azienda madrina, dal titolo ” SCoopriamo con Arturo”

 

Un aspetto importante, ha sottolineato in conclusione l’onorevole Gadda, è la dignità delle persone e la loro salute, garantite solo dalla donazione di prodotti di qualità e non dagli scarti del nostro frigorifero o del cassetto dei medicinali. La Legge Gadda non è la soluzione definitiva a questo grande problema, ma è un nuovo tassello da aggiungere ad un puzzle che dovremo continuare noi giovani: una grande responsabilità che potrà portare a grandi soddisfazioni.

Il racconto dettagliato  nell’articolo di Marta Sofia Scianna, di 3 H,  pubblicato da Varesenews:

http://www.varesenews.it/2017/03/maria-chiara-gadda-spiega-la-legge-contro-lo-spreco-agli-studenti/608027/

 

 


Torna su