Ultima modifica: 6 luglio 2020

“Non è tutto oro…”

Il laboratorio di teatro non è rimasto fermo durante questo lungo periodo ma ha proseguito nella stesura definitiva del copione per il tanto attesto spettacolo di fine anno che quest’anno non ha potuto andare in scena.

“Non è tutto oro…” è una storia ambientata in una piccola cittadina di provincia, dove non succede mai nulla, dove tutto si ripete sempre uguale, senza aspirazioni ne desideri. Unica nota “stonata”, una ragazzina appassionata, piena di sogni e molto determinata a diventare una scienziata, una fisica per l’esattezza, come i suoi idoli: Marie Curie e Mileva Maric. A scuotere la situazione ci pensa un gruppo di imprenditori che arriva per proporre un progresso e uno sviluppo mirabolanti, in cambio dello sfruttamento del territorio. Sarà la ragazzina a far capire che quella terra ha un posto nel cuore di ogni suo abitante. E allora quello che prevale (mentre gli imprenditori rinunciano) è l’idea di un futuro ecosostenibile, lontano dallo sviluppo sfrenato, nel rispetto della persona e della natura.

Tutto rimandato a settembre, ma nell’attesa di vedervi seduti nelle poltrone del teatro, i ragazzi vi hanno preparato una piccola sorpresa.

Guardatela subito cliccando qui!

Il laboratorio di teatro non è rimasto fermo durante questo lungo periodo ma ha proseguito nella stesura definitiva del copione per il tanto attesto spettacolo di fine anno che quest’anno non ha potuto andare in scena.

“Non è tutto oro…” è una storia ambientata in una piccola cittadina di provincia, dove non succede mai nulla, dove tutto si ripete sempre uguale, senza aspirazioni ne desideri. Unica nota “stonata”, una ragazzina appassionata, piena di sogni e molto determinata a diventare una scienziata, una fisica per l’esattezza, come i suoi idoli: Marie Curie e Mileva Maric. A scuotere la situazione ci pensa un gruppo di imprenditori che arriva per proporre un progresso e uno sviluppo mirabolanti, in cambio dello sfruttamento del territorio. Sarà la ragazzina a far capire che quella terra ha un posto nel cuore di ogni suo abitante. E allora quello che prevale (mentre gli imprenditori rinunciano) è l’idea di un futuro ecosostenibile, lontano dallo sviluppo sfrenato, nel rispetto della persona e della natura.

Tutto rimandato a settembre, ma nell’attesa di vedervi seduti nelle poltrone del teatro, i ragazzi vi hanno preparato una piccola sorpresa.

Guardatela subito cliccando sul video qui sotto!

 


Torna su