Liceo Scientifico Statale Arturo Tosi > Archivio contenuti > In evidenza: top > Lorenzo Monti, primo in Italia nel test d’ingresso a medicina
Ultima modifica: 29 Settembre 2021

Lorenzo Monti, primo in Italia nel test d’ingresso a medicina

Ha sbaragliato più di 60mila candidati di tutt’Italia, imponendosi primo assoluto nella graduatoria del test di medicina e in quello di biotecnologia del San Raffaele. Lorenzo Monti, ex studente di 5D del nostro liceo, fresco di maturità con il massimo dei voti, è in cima alla classifica dell’esame d’ingresso alla facoltà di medicina. Il verdetto non gli ha lasciato dubbi: primo su 63mila studenti. Primo in tutt’Italia. […]

E anche per il liceo Tosi è un onore salire alla ribalta dell’attenzione nazionale. Già era successo tre anni fa, quando anche Norbert Kereszeny dell’allora 5C, aveva guidato la classifica sempre del test di medicina. E ora si bissa il successo. “Sono molto grato ai miei docenti – commenta – La preparazione al liceo è determinante. Nel test c’erano sì domande di discipline scientifiche, ma anche di cultura generale, che implicano l’essere curiosi, nonché una vasta preparazione alle spalle. Insomma argomenti toccati in tutti e cinque gli anni”. […]

Allora, cosa consigliare ai ragazzi che quest’anno hanno varcato la soglia del liceo Tosi? “Godersi questi cinque anni che sono importanti per la vita di un ragazzo e sono determinanti per il futuro. Goderseli dico, ma prenderli con serietà: soprattutto occorre studiare non per il voto, per essere il primo, per essere quello che esce con il dieci o il cento. Ma studiare per la curiosità, la passione, per conquistare un bagaglio culturale maggiore, per essere uno studente, una persona, un cittadino migliore. Ci sono tanti modi per studiare, ma occorre farlo con intelligenza e consapevolezza”.

rassegna stampa evento

 

Ha sbaragliato più di 60mila candidati di tutt’Italia, imponendosi primo assoluto nella graduatoria del test di medicina e in quello di biotecnologia del San Raffaele. Lorenzo Monti, ex studente di 5D del nostro liceo, fresco di maturità con il massimo dei voti, è in cima alla classifica dell’esame d’ingresso alla facoltà di medicina. Il verdetto non gli ha lasciato dubbi: primo su 63mila studenti. Primo in tutt’Italia. Non solo, anche primo nell’esame organizzato dal San Raffaele per entrare a biotecnologie. “Ero felicissimo, non me lo aspettavo – è il commento – Sapevo di aver fatto bene la prova, ma l’esito è stato davvero inaspettato. Era un sogno. Che si è realizzato. Non ci credo ancora”. Immediatamente assalito da giornalisti di testate anche nazionali, come il “Corriere della sera”, lo studente di Olgiate Olona ha avverato il suo primo desiderio, salendo alla ribalta dell’attenzione nazionale. Ma non vuole arrendersi. “So che è un percorso lungo – prosegue – e anche i miei genitori sono ovviamente felicissimi, ma mi hanno consigliato di non mollare mai. La strada è impegnativa, occorrono concentrazione e impegno costanti. Quale specialità? Non so ancora: mi piacerebbero cardiochirurgia o neurochirurgia”. Una cosa è certa, quel punteggio tanto agognato che gli ha permesso di conquistare il gradino più alto del podio: 82,4, tre punti in più del secondo classificato. Significa che su 60 risposte, la biro rossa è intervenuta solo su 5. Il nostro studente ha sfoderato le sue competenze nelle 10 domande di logica, 12 di cultura generale, 18 di biologia, 12 di chimica, 4 di matematica e 4 di fisica. Insomma un test non semplice, che mette alla prova molti studenti. E anche per il liceo Tosi è un onore salire alla ribalta dell’attenzione nazionale. Già era successo tre anni fa, quando anche Norbert Kereszeny dell’allora 5C, aveva guidato la classifica sempre del test di medicina. E ora si bissa il successo. “Sono molto grato ai miei docenti – commenta – La preparazione al liceo è determinante. Nel test c’erano sì domande di discipline scientifiche, ma anche di cultura generale, che implicano l’essere curiosi, nonché una vasta preparazione alle spalle. Insomma argomenti toccati in tutti e cinque gli anni”.

Lorenzo Monti ha un curriculum di tutto rispetto – elementari e medie alle Schweitzer sempre con voti al top, stessi risultati nei primi quattro anni del Tosi – reso ancora più prezioso dal fatto che il nostro studente non ha concentrato le energie unicamente nello studio, ma anche nello sport: primi tre anni tennis, poi palestra. E anche gli hobby: suonare la chitarra e scrivere poesie. Il primo esame che lo attenderà? Statistica medica e fisica medica, un unico esame. Poi, inglese (medico), bioetica e genetica. Allora, cosa consigliare ai ragazzi che quest’anno hanno varcato la soglia del liceo Tosi? “Godersi questi cinque anni che sono importanti per la vita di un ragazzo e sono determinanti per il futuro. Goderseli dico, ma prenderli con serietà: soprattutto occorre studiare non per il voto, per essere il primo, per essere quello che esce con il dieci o il cento. Ma studiare per la curiosità, la passione, per conquistare un bagaglio culturale maggiore, per essere uno studente, una persona, un cittadino migliore. Ci sono tanti modi per studiare, ma occorre farlo con intelligenza e consapevolezza”.

Dunque prossimo step per Lorenzo Monti: lezioni nelle aule del San Raffaele, poi largo agli esami, senza dimenticare la palestra, la chitarra e la poesia.

rassegna stampa dell’evento


Torna su