Ultima modifica: 7 Aprile 2022

Giovedì 27 gennaio prende avvio la campagna di risparmio energetico del Liceo scientifico Arturo Tosi

Tutte le componenti dell’istituto scolastico sono chiamate a dare il loro contributo fattivo all’iniziativa nell’ambito dei rispettivi ruoli e competenze. Ridurre il consumo di energia significa contenere l’impronta ecologica della scuola e contrastare con piccole ma significative azioni quotidiane il cambiamento climatico. Ottimizzare il consumo di energia significa infatti ridurre le emissioni di CO2, gas a effetto serra il cui incremento in atmosfera prodotto dalle emissioni antropiche sta causando gravi trasformazioni alle dinamiche del clima, ormai sotto gli occhi di tutti. Quali sono le azioni a cui tutti siamo chiamati a partecipare? …

Tutte le componenti dell’istituto scolastico sono chiamate a dare il loro contributo fattivo all’iniziativa nell’ambito dei rispettivi ruoli e competenze.

 

Ridurre il consumo di energia significa contenere l’impronta ecologica della scuola e contrastare con piccole ma significative azioni quotidiane il cambiamento climatico.

 

Ottimizzare il consumo di energia significa infatti ridurre le emissioni di CO2, gas a effetto serra il cui incremento in atmosfera prodotto dalle emissioni antropiche sta causando gravi trasformazioni alle dinamiche del clima, ormai sotto gli occhi di tutti.

 

Quali sono le azioni a cui tutti siamo chiamati a partecipare?

Si tratta di azioni molto semplici e attuabili da ogni componente della comunità scolastica: le luci sono inutilmente accese? la LIM è rimasta accesa? le termovalvole dei termosifoni sono al massimo? Sappiamo che è possibile regolare le imposte delle finestre senza chiuderle del tutto ed evitare di accendere le luci con il sole pieno all’esterno?

Ecco queste sono alcune delle cose cui prestare attenzione.

 

Per rendere più efficace l’azione ogni classe del liceo potrà individuare due studenti responsabili per il risparmio energetico che, in collaborazione con il docente dell’ora, monitoreranno la situazione dell’aula.

 

In occasione della giornata internazionale M’illumino di meno, in data 11 marzo 2022, gli studenti partecipanti al progetto Greenschool Sostenibilità (sezione Risparmio Energetico) renderanno pubblici gli esiti del monitoraggio dell’azione intrapresa, classe per classe, dalla più virtuosa alla peggiore.

 

La campagna di rilevamento dati condotta dagli studenti negli anni scolastici passati ha rivelato che le semplici azioni messe in campo hanno consentito significativi risparmi. Abbiamo infatti diminuito l’impronta ecologica della scuola, riducendo le emissioni di CO2 di un valore compreso fra gli 82 e i 120 Kg alla settimana! Provate ad immaginare di moltiplicare tale risultato per tutte le scuole della provincia, della Lombardia, d’Italia: potremmo mettere a riposo quantomeno una centrale elettrica !!!

 

Tuttavia, nonostante i buoni risultati ottenuti, luci e LIM accese alla fine della quarta o quinta ora o inutilmente accese durante una verifica o in aule deserte sono fenomeni ancora presenti: abbiamo quindi ancora buoni margini di miglioramento.

 

Così come ogni classe è responsabile della propria aula, attivandosi per il risparmio energetico, così pure  il personale ATA dovrà garantire un adeguato uso delle luci comuni, in particolare delle scale, degli ingressi e delle gradinate che richiedono apposito intervento evitando inutili consumi. Analogo ragionamento per i vari laboratori le cui luci dovranno essere spente a cura dei tecnici in assenza delle classi o in assenza di attività. Il personale amministrativo curerà gli ambienti di propria pertinenza e i docenti dovranno collaborare e sovrintendere alle proprie classi verificando che le aule siano lasciate nelle condizioni opportune. Anche il personale esterno dovrà essere istruito in tal senso.

 

Gli esiti del rinnovato atteggiamento generale verso il risparmio energetico saranno monitorati sia in modo diretto, verificando ad esempio quali aule siano rimaste accese (e quindi quale classe ha lasciato l’aula accesa), ma anche attraverso l’analisi dei consumi registrati dal contatore; confronteremo anche con i medesimi mesi degli anni passati. Anche quest’anno, come richiesto dalla Provincia, andremo poi a quantificare i Kg di CO2 non emessi in atmosfera in virtù dell’atteggiamento virtuoso posto in essere.

 

In conclusione a partire da giovedì 27 gennaio proviamo tutti assieme a dare una svolta verso una maggiore efficienza energetica nella nostra scuola. Pensate al risparmio così ottenuto per la nostra scuola su più anni, oppure, come già detto, per tutte le scuole della provincia e della regione e della nazione … iniziano a diventare valori molto significativi, concreti e sintomatici di un comportamento civico maturo e coerente con la realtà.

 

Grazie a tutti per la collaborazione !

 

Gli studenti

Prog. Greenschool SOSTENIBILITA’


Torna su