Alternanza Scuola Lavoro: qualche parola dalla prof.ssa Mondaini.

La prof.ssa Mondaini, docente di Storia e Filosofia, racconta la sua esperienza di referente ASL della classe 5B.

1. Lei è diventata referente dell’ASL in una sua classe esattamente il primo anno che veniva sperimentata al Liceo Tosi. Quali sono state le prime impressioni/opinioni?

La mia prima impressione, da quando è stata approvata la legge che prevede le ore di ASL anche per i licei, è stata da principio interrogativa e poi molto positiva, perché ho provato a guardare oltre la semplice attività di Alternanza, pensando a un’occasione formativa non solo per i ragazzi, ma anche per il docente stesso.

2. Come si sono evolute nel corso dei tre anni le sue valutazioni in merito?

Dal mio punto di vista, l’inizio è stato abbastanza faticoso, non per via degli argomenti che andavano trattati, ma per l’organizzazione difficoltosa delle ore da inserire tra quelle curricolari. La mia fortuna è stata di trovare nella classe 5B una risorsa e, man mano che il progetto prendeva forma, si riuscivano a comprendere meglio i punti di forza e di debolezza. Il focus era posto, di conseguenza, sulla valorizzazione dei primi per trarre dall’esperienza il maggior numero di spunti.

3. Oltre che una funzione didattica, l’ASL ne una prettamente educativa. In qualità di referente, Lei più degli altri ha assistito i ragazzi nel loro percorso di crescita. Come li ha visti cambiare nel corso dei tre anni?

La fatica è senza dubbio molta, ma alla fine tutto questo si rivela un’occasione di crescita sia per me che per loro. Sono orgogliosa del fatto che i ragazzi abbiano riposto in me, fin dal primo momento, molta fiducia nel precorso intrapreso. Li ho visti imparare a collaborare e potenziare le loro life skills e crearne di nuove!

4. Ritiene di aver imparato qualcosa da questa esperienza? Se sì, cosa?

Ho appreso una nuova possibilità per mettermi in gioco, ma ho anche imparato come avviene la realizzazione di un teaming aziendale o di un business-plan, frequentando continui corsi di aggiornamento e chiedendo aiuto ad amici o parenti nel settore del commercio ed esperti in comunicazione. Non mi aspettavo che questa esperienza potesse rilevarsi un’occasione tanto fruttuosa ed è perciò che mi auguro che, in assenza di “nuove” legislative sulle prospettive future dell’Alternanza, tutti noi soggetti coinvolti in questa esperienza possiamo valutare, correggere, scoprire qualcosa per sé.

Gaia Minorini 4A

 

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia il tuo commento per primo

Rispondi

L'indirizzo email non sarà pubblicato.