La sontuosa protesta.

I nostri liceali insorgono all’insegna del cambiamento, ma sono veramente coscienti di ciò che fanno, o è solo una ”perdita di tempo”?

Nella giornata di venerdì 15 marzo migliaia di studenti della Lombardia si sono ritrovati a Milano per manifestare contro i più gravi problemi che stanno interessando il pianeta: il cambiamento climatico e l’inquinamento. Ma i nostri compagni del Liceo Scientifico Arturo Tosi, così incoraggiati dall’onda rivoluzionaria, sono veramente pronti a cambiare questi enormi deficit?

A quanto pare, no! Nei giorni precedenti a giovedì 14 marzo, gli alberi presenti davanti al nostro prospetto scolastico sono stati avvolti da ignobili cordigliere di rotoli di cartaigenica e nessuno, protestanti e non, si è preso la briga di andarli a rimuovere. Molti si consolano dicendo che la carta è biodegradabile e che la pioggia l’avrebbe prima o poi sciolta (intanto, però, cieli limpidissimi come nelle poesie di Sandro Penna), ma nessuno ha pensato alla miriade di volatili che stanno nidificando in questo periodo dell’anno e, nemmeno, che un pezzo di quella cartigenica, seppur biodegradabile, è prodotta in fabbriche che usano composti chimici e potrebbe finire nello stomaco di un ingenuo uccellino. La verità, a quanto pare, è che nessuno si è saputo prendere la briga di una così semplice questione quantomeno nell’immediato, benché la colpa non vada attribuita esclusivamente agli studenti, ma anche all’istituzione scolastica, presentatasi più volte come una ”greenschool”, la quale non ha saputo mantenere tale titolo e, anzi, ha indebolito la propria efficienza. Meno male che l’esempio arriverebbe sempre dai più grandi!
Così, tristemente ci si domanda: come mai sono tutti pronti a salire sul grande carro della rivolta, ma non sono pronti neanche per sogno a sistemare delle banali striscioline di carta? Perché, prima di pensare a problemi talmente grandi come il riscaldamento globale, non iniziamo a risolvere quelli più piccoli e comuni? Perciò, voialtri protestanti siete pronti a fare sul serio, o vi fate solamente trasportare dall’onda rivoluzionaria di Milano come accadde a un certo contadinotto di manzoniana memoria?

Andrea Trocino 2B

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 3.4/10 (19 votes cast)
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: -5 (from 9 votes)
La sontuosa protesta., 3.4 out of 10 based on 19 ratings

3 Commenti

  1. Questo vergognoso articolo è l’esemplificazione del motivo per cui a nessuno interessa più farsi valere e combattere per i propri ideali. Puntando il dito contro il singolo individuo, come ci insegna la società, non si fa altro che ignorare il vero problema, cioè il nostro sistema economico, lavandosi la coscienza. E appena qualcuno prova a muoversi controcorrente, ecco che quelli come te li affossano subito. Adesso dimmi, tu ci sei andato alla manifestazione? Tu hai mai anche solo provato a fare qualcosa per l’ambiente? Se la risposta a queste domande è no, ti conviene fare un esame di coscienza e pensarci due volte prima di nasconderti dietro queste inutili argomentazioni.

    VN:F [1.9.16_1159]
    Rating: 4.7/5 (9 votes cast)
    VN:F [1.9.16_1159]
    Rating: +2 (from 2 votes)
  2. Nonostante lo spunto sia interessante, l’articolo cade poi nel benaltrismo (stile “E ma le foibe!?”). La coerenza è un’abilità rara di questi tempi e se dovessimo contare su 7 miliardi di persone che diventano ambientaliste e che perseverano fino all’ultimo in un comportamento in sintonia con le loro idee, non scriverei questo commento ma il mio testamento. La verità è che la società umana è fatta di gerarchie e che solo i politici e i potentti possono guidare il mercato verso uno sviluppo sostenibile. Altrimenti tutto fallirà, perché la persona media non sarà così legata alla sua etica da spendere preziosi soldi in più in qualcosa di ecologico, quando vi è un’alternativa più efficiente, ecinomica ed inquinante. Ci immaginiamo tanto razionali, ma la maggior parte della nostra specie è composta solo da poveri mortali guidati principalmente da egoismo e conveninenza (in fondo siamo animali e deriviamo da animali). Inoltre la manifestazione si rivolgeva principalmente ai politici, quindi l’intero argomento dell’articolo non regge

    VN:F [1.9.16_1159]
    Rating: 4.0/5 (6 votes cast)
    VN:F [1.9.16_1159]
    Rating: +3 (from 3 votes)
    • Scusate gli errori di battitura

      VN:F [1.9.16_1159]
      Rating: 5.0/5 (1 vote cast)
      VN:F [1.9.16_1159]
      Rating: -1 (from 1 vote)

Rispondi

L'indirizzo email non sarà pubblicato.