Marzo 2020: Tutto Andrà Bene.

Seppur in un clima restrittivo, non mancano i messaggi di solidarietà da parte di tutta l’Italia (e non solo).

Anche se sul web rimbalzano preoccupazioni e dubbi dei cittadini per la condizione che si è creata dopo i vari decreti ministeriali e i provvedimenti per contenere l’ondata dei contagi di COVID-19, non mancano di certo aiuti e messaggi di incitamento a resistere e a stare vicini, seppur lontani, da parte di tutta la popolazione.

Nello lo scorso weekend, durante il quale circa 20.000 persone hanno abbandonato, in un irrazionale esodo, il Nord per ritirarsi nelle proprie regioni d’origine, è subito comparso l’hashtag #iorestoacasa, utilizzato da moltissime pagine social per esortare tutti i cittadini a rispettare le norme stabilite e, quindi, a rimanere all’interno delle proprie abitazioni.

Successivamente, tramite l’iniziativa di alcune mamme impegnate nella cura dei figli a seguito della chiusura delle scuole, alle finestre di alcune abitazioni stanno comparendo dei lenzuoli decorati con arcobaleni e cuori, con la scritta “Andrà Tutto Bene”. Gli scatti che circolano intendono ricordarci che non dobbiamo cedere al panico, o ad un’inutile depressione, perché anche questa pandemia avrà per forza una fine. I vari flashmob dilagati in molti quartieri italiani sono stati pubblicati anche da pagine estere, che ci continuano ad inviare messaggi di supporto e di apprezzamento per il nostro impegno e la nostra presa di posizione prevalentemente seria rispetto alle imposizioni governative.

Dobbiamo ricordare i molti aiuti che ci sta fornendo la Cina, dal momento che negli ultimi giorni sono arrivati sia equipes mediche, sia materiali sanitari come respiratori, mascherine, camici e prodotti che servono a contrastare l’avanzata del virus ed il contagio non solo dei pazienti, ma anche di chi li sta curando con abnegazione e senso del dovere. Dobbiamo già ringraziarli per il lavoro continuo e faticoso che assicurano nei vari reparti di terapia intensiva, ma non vanno dimenticati i vari call-center che ricevono migliaia di chiamate al giorno, la Croce Rossa che interviene dopo le segnalazioni, le Forze dell’Ordine che fanno rispettare le norme stringenti in vigore, oppure tutti i lavoratori di vari settori che ci assicurano, ad esempio, consegne a domicilio o beni e servizi di prima necessità, come il mantenimento dei supermercati aperti.

“Restiamo distanti oggi, per abbracciarci più forte domani”

Marzo 2020: ricorderemo la sequenza di giorni vuoti come le strade, ma anche gli ospedali stracolmi, le preoccupazioni, i disagi e la claustrofobia, in attesa del momento in cui potremo finalmente dire “è finita”.

                                                                                                                  Beatrice Vitale 3B

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 10.0/10 (1 vote cast)
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: +2 (from 2 votes)
Marzo 2020: Tutto Andrà Bene., 10.0 out of 10 based on 1 rating

Lascia il tuo commento per primo

Rispondi

L'indirizzo email non sarà pubblicato.