Quella gonna è sempre troppo corta?!

A una realtà in cui l’ignoranza e la presunzione fanno leva sulle persone, a un mondo in cui accettare violenze è ormai routine e persino camminare per strada da sole ci può impaurire, adesso si aggiunge una nuova inquietante tendenza: condividere foto di minorenni senza il loro consenso per puro divertimento.

Stupro tua sorella 2.0 era un gruppo Telegram di ben 49.147 partecipanti, in cui venivano condivise foto private di ragazze minorenni, oltre che materiali pedopornografici, a cui venivano rivolti commenti a dir poco orribili e disgustosi, come dirsi favorevoli al femminicidio, o peggio.

Ora questa chat di gruppo è stata cancellata dalla polizia postale, ma l’avvenimento ha insegnato davvero cosa significa la parola “rispetto” a chi aveva partecipato a quel contesto digitale?

La risposta è la creazione di altri due gruppi di riserva, in cui già erano presenti centinaia di utenti, che nel frattempo ridevano di chi cercava di eliminarli.

 

E’ vergognoso il modo in cui delle persone possano fare consapevolmente del male a ragazzine molto ingenue, creando traumi psicologici tramite violenze verbali e facendo passare tutto come una sorta di gioco collettivo “senza pensieri”.

Il fatto assolutamente preoccupante è, soprattutto, non rendersi conto della gravità di ciò che si sta scrivendo e del danno che si può recare a chi non ha i mezzi per difendersi e può solo subire. Ma la parte peggiore è l’accusa che alcuni attribuivano alle ragazze: “loro hanno scattato le foto, loro sono state ingenue e sprovvedute, loro avrebbero dovuto immaginare le conseguenze”.

La parte marcia della popolazione utilizza questi alibi per difendere quelle persone che, anche solo per dispetto, divulgano queste fotografie e le utilizzano come carte da gioco.

Perché la colpa va ricercata in chi si permette di condividere senza il consenso altrui delle immagini private, per quanto discutibili possano apparire.

La società è troppo abituata a insegnare alle donne a difendersi, piuttosto che ad insegnare a tutti gli uomini il rispetto.

 

Beatrice Macchi 2G

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 8.4/10 (8 votes cast)
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: +3 (from 5 votes)
Quella gonna è sempre troppo corta?!, 8.4 out of 10 based on 8 ratings

Lascia il tuo commento per primo

Rispondi

L'indirizzo email non sarà pubblicato.