XII Agosto.

Sdraiata su un molo nel celeste mar

il cielo marino mi appresto a guardar,

minuscoli occhi nel firmamento

da cui il paradiso penetra a stento.

 

Nell’oscura volta piccole stelle

inciampano nel buio silenziose,

magica pioggia di bianche fiammelle

illuminando le onde schiumose.

 

Le lacrime di San Lorenzo scendono

e sulle guance di polvere splendono,

desidero il tempo rallentare

desidero quest’attimo eternare,

 

in una perla dal color riflesso

ai profondi abissi affidata,

vorrei stanotte non finisse adesso

ma sarà nei pensieri immortalata.

 

Vanessa Piccaluga 4B

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia il tuo commento per primo

Rispondi

L'indirizzo email non sarà pubblicato.