Il Piccione.

Dalla finestra della mia stanza 

ascoltavo attentamente 

ciò che andava dicendo la gente: 

parlavan tra loro con arroganza  

di politica e di attualità, 

di problemi di oggi e di ieri 

Nella mente avevo troppi pensieri, 

desideravo lasciare la città, 

spiegare le ali e volare via, 

liberandomi dall’ipocrisia 

e dall’umana mediocrità. 

Immaginai d’essere un piccione 

e così mi alzai in volo, 

e più mi allontanavo dal suolo, 

meno mi curavo delle persone. 

Sarò anche un goffo volatile, 

ma non potete immaginare 

quanto sia divertente defecare 

sul vetro della vostra automobile. 

Cristina Pasquazzo 4B

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia il tuo commento per primo

Rispondi

L'indirizzo email non sarà pubblicato.