Da sola insieme agli altri?

Parole che odi ti sfiorano appena,[1]

ma t’hanno rinchiusa in un angolo [2]

porgendoti un’attraente catena. [3]

In disparte, vicino a uno spigolo,

 

osservi tra tumulti il mutare [4]

lontano di questo mondo assorto. [5]

Non ti pensi adatta per meritare [6]

null’altro che stanchezza sulle spalle. [7]

 

Tenti di evadere, accanto a uno stagno [8]

rifletti e non varia quel malessere. [9]

 

Incenerita, solo un guadagno

per loro, sei fuoco ma anche polvere. [10]

 

Scoprendoti, troverai un compagno, [11]

perchè poi non vogliono comprendere. [12]

Marta Bienati 4B

 

[1] Cesare Pavese, Lavorare Stanca, Estate

[2] Simone Cristicchi, Ti regalerò una rosa

[3] Fabrizio de Andrè, Geordie

[4] Eugenio Montale, Meriggiare pallido e assorto

[5] Eugenio Montale, Meriggiare pallido e assorto

[6] Katherine Mansfield, Loneliness

[7] Giuseppe Ungaretti, L’Allegria, Natale

[8] Claude Monet, Lo stagno delle ninfee

[9] Lucrezio, De Rerum Natura

[10] Charles Baudelaire, L’Héautontimorouménos

[11] Cesare Pavese, Lavorare Stanca, Antenati

[12] Lucio Dalla, Telefonami tra vent’anni

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia il tuo commento per primo

Rispondi

L'indirizzo email non sarà pubblicato.