Parte la trama nei Promessi Sposi. (cap.3)

Questo capitolo è un miscuglio tra amore e odio tra i vari personaggi presenti, perché l’Autore voleva iniziare in un modo diverso per attrarre di più l’attenzione del lettore.

Infatti, si comincia con Lucia che confessa tutto a Fra Cristoforo, per non far preoccupare la madre: quello che le era accaduto nel viaggio di ritorno verso casa e nel tentativo di Don Rodrigo di sedurla. Nel mentre, Renzo prova a calmarsi e Agnese gli consiglia di andare dal dottor Azzeccagarbugli.

In questo capitolo c’è una complicazione della trama e del futuro dei due sposi, che appare costruita molto bene, perché dà quel tocco in più al testo, in modo che sia più bello da leggere. Infatti, Manzoni ha inserito delle descrizioni molto accurate della trama ed anche degli elementi intorno, come ad esempio lo studio del dottore che, anche non vedendolo, si riesce ad immaginare benissimo.

Leggendo questo passo del romanzo, si può pensare a quello che succede nella vita reale perché, come nel ‘600 succedevano quelle azioni, anche tuttora succedono e, a volte, sono anche peggiori rispetto a prima. Inoltre l’autore aggiunge delle metalessi in modo che la lettura sia più scorrevole, anche se a volte non sono indispensabili. Piace anche come ha fatto interagire i personaggi fra di loro, quasi in una maniera completamente calma, anche se le loro emozioni erano completamente diverse dalla calma.

La storia racconta molto bene lo stile di vita, i problemi e il metodo per risolverli in quella lontana epoca storica da parte di Renzo, di Lucia e di altri personaggi presenti in questo passo. Alla fine, però, si capisce che lo stile di vita non è cambiato tantissimo dal 1600 al 2000. Capitolo, quindi, molto interessante, che vale la pena rileggere anche più di una volta.

Teodor Ciolofan 2F

VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.16_1159]
Rating: 0 (from 0 votes)

Lascia il tuo commento per primo

Rispondi

L'indirizzo email non sarà pubblicato.